23829 Varenna (LC) - IT - Via Statale 75
Tel. +39 0341 815160 / 830033
Mob. +39 347 5846186
info@enniocominetti.com

Note di Nikolaus Frey, inviate nellagosto 2014

stampa

Una critica ad un concerto con musiche di Ennio Cominetti, dirette dall'autore

Carissimo Ennio,
sono davvero felice del tuo concerto ieri sera: una grande folla di ascoltatori, splendidi cantanti, un eccellente trombonista, un'orchestra d'archi di buona qualità e un direttore che faceva suonare  e cantare in modo molto sensibile e spiritoso.
Da non dimenticare le tue composizioni, per le quali il mio commento spontaneo e verbale di ieri sera è stato abbastanza insufficiente, dato che non mi sono subito venute in mente le parole giuste (il mio italiano non è perfetto: perdonami!). 
Giusto che ho goduto le tue tre opere tanto diverse in stile quanto nell'espressione. Per quanto riguarda lo stile mi sono piaciuti i tre pezzi su testo di Hildegrd von Bingen, perché sono fatti in stile antiquo come hai detto nella presentazione.
Secondo me sono un po' simili anche a qualche Choralvorspiel di Bach con le loro imitazioni per ogni verso. Tutto era tanto chiaro e ben disposto fra il soprano, il trombone e l'organo, che era un vero piacere ascoltarle. Tutto questo era in un ottimo equilibrio nel primo pezzo e quindi quello mi è piaciuto di più. Il terzo un po' meno, ma solo perché la linea del trombone aveva un peso qualche volta un po' gravoso per la voce mentre quella era inferiore alla linea strumentale.
Le Meditazioni sulla Passione erano ben altra cosa: libere da esempi storici, audaci nell'uso sia dei mezzi musicali sia dell'espressione. Hai ben sfruttato la ricchezza e il contenuto espressivo degli intervalli e delle scale (tritoni, tetracordi) e spesso un brano è terminato senza finale armonica, cioè con una dissonanza che andava bene con il momento che era tema di quel pezzo. Saprei menzionare alcuni dettagli per ogni singolo brano, per esempio per quanto riguarda la CROCEFISSIONE, che mi pareva come un OSTINATO, un ostinato nel vero senso della parola, rispetto a quelle persone che provavano dolore di fronte ai dolori della vittima. La tua musica mi faceva sentire la pazzesca situazione della passione che si è svolta in modo inarrestabile e quasi automatico. Però il momento più commovente è stata ORA NONA con i suoi gridi di paura e miseria. Questi gridi sono entrati profondamente nel mio cuore e quell'effetto era presente anche durante l'ultimo pezzo, perché hai utilizzato materiale dell'ORA NONA anche qui, solo attenuato dalla parte dell'orchestra. Buona cosa è stata l'aver evitato un finale dolce, un accordo consolante oppure qualcos'altro del genere: la tua musica dà prova che la Passione non è una storia a lieto fine, come invece descrivono molti film. Invece è una storia il cui dramma non smette mai di spuntare.
Le tue VARIAZIONI su Puer Nobis Nascitur domostravano che hai ben studiato lo stile del Settecento, alternando il canto fra il trombone e l'organo e colorando tutto con fantasia. Ma hai anche oltrepassato i limiti dello stile varcando nelle regioni più moderne e raggiungendo l'apice. Un bel pezzo per la fine di un concerto il cui grande applauso dimostrava che hai entisiasmato e commosso i tuoi ascoltatori.
Nikolaus Frey (critico musicale del Fuldauer Zeitung)

 
Copyright 2012 © Ennio Cominetti |  Privacy | Area riservata